• 9 novembre 2017
  • 0 comments

SABATO 25 – DOMENICA 26 NOVEMBRE / MOPS_DanceSyndrome – Choreus Numinis / DANCE PERFORMANCE

2 settimane ago
2 

Sabato 25 e domenica 26 novembre 2017 la MOPS_DanceSyndrome torna a danzare negli spazi della Ghisla Art Collection di Locarno presentando la nuova creazione Choreus Numinis che si iscrive nel concept artistico, culturale e sociale MuseOm.

Sulla scia del successo di Sublime SporciX (2016) e CCC_Collective Culture Conscientia (2017), nati in risonanza a opere presentate in occasione delle recenti esposizioni temporanee allestite  presso il museo Ghisla Art Collection di Locarno, sotto la direzione artistica di Ela Franscella prosegue la ricerca artistico-culturale della MOPS_DanceSyndrome, sempre più orientata a una condivisione del sensibile tra le arti.

Choreus Numinis

Il nuovo spettacolo Choreus Numinis, creazione coreografica che si iscrive nel concept MuseOm, verrà presentato sabato 25 novembre (première ore 14.30, repliche 16.00 e 17.30) e domenica 26 novembre (14.30 – 16.00 – 17.30), per un totale di ben sei rappresentazioni pensate per permettere a un pubblico più vasto di assistere alle performance all’interno del museo.

Choreus Numinis è il frutto di un lavoro di approfondimento su una selezione di opere scelte fra i capolavori esposti nella collezione permanente della Fondazione Ghisla Art Collection di Locarno. Opere che hanno segnato in maniera importante l’arte contemporanea e che spaziano dall’action painting, alla forza selvaggia della Pop Art di Basquiat, passando per l’espressività sudamericana di Botero, fino all’arte programmata degli italiani Boetti e Bonalumi. Per la MOPS_DanceSyndrome danzare davanti a questi capolavori è nel contempo un grande onore e una grande responsabilità.

Grazie a un lavoro di ricerca coreografico che non lascia spazio all’improvvisazione, la danza della MOPS_DanceSyndrome mette in movimento le emozioni e i messaggi delle opere. I danzatori, in assoli o in “pas de deux”, si fanno anello di congiunzione fra i capolavori e il pubblico, creando un tutt’uno tra danza, musica e opere esposte.

Il pubblico sarà invitato a seguire un percorso, sviluppato su cinque postazioni, della durata totale di 21 minuti al termine del quale le opere scelte verranno raccontate da Pierino Ghisla – collezionista e fondatore insieme alla moglie Martine della Fondazione e museo – offrendo l’occasione di osservarle con uno sguardo inedito.

Entrata: uno spettacolo + presentazione delle opere + visita libera al museo

25 CHF Adulti / 20 CHF AVS-AI-Studenti / Bambini fino a 12 anni gratis Riservazione consigliata (posti limitati): info@ghisla-art.ch / 091 751 01 52

Per maggiori informazioni:

www.ghisla-art.ch – 091 751 01 52 – Ghisla Art Collection, via A. Ciseri 3, 6600 Locarno

 

Danzatori: Amedea Aloisi, Gaia Mereu, Elisabetta Montobbio, Simone Lunardi

Direzione artistica, coreografie, ideazione costumi, scelte musiche: Ela Franscella

Arrangiamenti su brani e musiche originali: Mirko Roccato

Poesie: Amedea Aloisi

Hanno collaborato: Giulia Baccarin, Emanuela Inselmini, Manuela Viecelli, Allison Meier e Claudio Risi

 

top